Il nostro Istituto e’ stato protagonista della VII edizione del concorso”Amici di Marcello Giuffrida” per ricordare una figura catanese di spicco nel panorama del volontariato della C.R.I. e della Protezione civile. Tema di quest’anno la disumanizzazione della tecnologia attraverso un pensiero di Einstein:”Ho terrore del giorno in cui la tecnologia andra’ oltre l’umanita’.”Tanti gli alunni coinvolti, a livello nazionale, dalle Elementari alla Scuola media superiore tra cui Antonino Laudani di 5 B Informatica vincitore ex-aequo del III premio consistente in un bonus di libri cartacei.

 A fare gli onori di casa la nostra Dirigente Prof.ssa Fortunata Daniela Vetri che ha colto con sensibilita’ l’intento di questo premio destinato ad un uomo che ha fatto dell’amore verso gli altri il fulcro della sua esistenza. Molti gli ospiti illustri: la Dott.ssa Ada Lanteri (Presidente onoraria dell’Associazione),la Prof.ssa Sarah Zappulla Muscara’docente di Letteratura italiana all’Universita’ di Catania,l’avv. Enzo Zappulla curatore di numerosi saggi critici,la dott.ssa Rossella Trombetta che ha scelto i titoli delle tematiche e l’attrice Mimi’ Scalia che ha letto egregiamente gli elaborati.

 Questi ultimi sono stati ,per tutti i partecipanti,momenti di riflessione sull’uso della tecnologia.

 Poiché i cambiamenti in atto sono notevoli, i piu’ giovani hanno capito che il progresso scientifico non può prescindere dalla creativita’ e dai rapporti interpersonali per cui l’uomo ha una grande responsabilità:non togliere mai dignita’ alla tecnologia.

 

Nella mattinata del 23 maggio, presso il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci, si è svolta la premiazione della seconda edizione delle Olimpiadi di Robotica organizzate dal Miur.

Le Olimpiadi di Robotica, rivolte alle studentesse e agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado, sono organizzate dal MIUR per promuovere l’attività didattica sperimentale, accrescere le competenze digitali delle ragazze e dei ragazzi, favorire percorsi interdisciplinari e inclusivi, sviluppare il pensiero creativo, la capacità di innovazione, il problem-solving e per incentivare l’orientamento alle carriere scientifiche.

 classificato: Self Orientating Neck Natural Yarn (S.O.N.N.Y.) dell’Istituto Tecnico Archimede di Catania, insegnante Domenico Ardito, studenti Vincenzo Catalano e Giovanni Mirulla;

Il robot umanoide stampato in 3D capace di cantare, ruotare in modo naturale testa e collo per seguire lo sguardo delle persone con cui interagisce. Ed è gestito da un ambiente software che fa interagire programmi in python, openCV, Arduino, Java e  iml e sfrutta il Cloud di Google per fornire risposte mirate.

 

Allo stage hanno partecipato 10 alunni, provenienti da classi 5 delle articolazioni di   Elettronica, Elettrotecnica,  Automazione e Telecomunicazioni. 
 
Il primo giorno è stato dedicato alla presentazione dell' Azienda , della sua storia dal 1961 e delle sue strategie di mercato e di ricerche innovative nei settori strategici della microelettronica, concludendo con una vista ad una linea di produzione per la diffusione dei Wafer di silicio. 
 
La seconda giornata di visita è stata dedicata alle strategie aziendali per la sicurezza dei lavoratori , attività particolarmente complessa ed articolata a causa della vastità e varietà di impianti produttivi e relativi smaltimenti nel rigoroso rispetto delle  norme relative, oltre alla politica aziendale per il rispetto dell'ambiente e la massima riduzione di elementi inquinanti anche nei comportamenti personali. 
 
La terza giornata è stata impegnata con la conoscenza e quindi la visita guidata delle tecniche del Laboratorio di Affidabilità,
in cui i componenti subiscono prove accelerate che ne consentono la predizione di durata di vita e la ricerca di eventuali
difettosità nascoste e da correggere in fase produttiva. Anche una vista guidata in una linea produttiva   Mini Back-End ( saldatura ed incapsulamento in sale pulite)  per dispositivi speciali di alta potenza è stata particolarmente istruttiva e gradita dagli allievi ( in foto allegata).

La quarta  giornata ha riguardato la conoscenza  teorica e pratica della nuova linea di microcontrollori STM32 Nucleo, compatibili con Arduino ma con molta più potenza di calcolo, per  le quali l'Istituto ha già da un paio d'anni una collaborazione progettuale con l'Azienda ed i suoi tecnici per applicazioni origiinali nelle competizioni robotiche.

Infine, il quinto giorno di stage è stato dedicato alla conoscenza delle tecniche di controllo Failure Analysis, che integrando ispezioni a raggi X ed al microscopio SEM consentono diagnosi esatte di eventuali  guasti dei componenti nelle loro applicazioni. Si ottiene  la visione fino alle righe di atomi del semiconduttore, fornendo utilissimi feedback ai reparti produttivi per la correzione ed ottimizzazione dei relativi parametri e procedure.

Sottocategorie