L’obiettivo del corso era quello di fare incontrare gli allievi con il Paesaggio Sonoro di Catania attraverso un ascolto attivo della realtà ed una serie di passeggiate sonore/registrazioni. 
Esistono suoni “buoni” e suoni “cattivi”? Esiste un confine netto tra “suoni” e “rumori”? È sempre facile distinguere i suoni “naturali” da quelli “artificiali”? Perché ognuno ha una idea differente di piacere o fastidio in relazione allo stesso suono? L’uomo è orientato naturalmente alla produzione di suono/rumore? Il silenzio esiste veramente? In che modo alcuno suoni possono raccontare il passare del tempo e la Storia?